Campus Party Docet: IVIPRO.it, una risorsa (video)ludica

IVIPRO gdr videogame

Bentornati su Storie di Ruolo! Oggi vi voglio parlare del sito IVIPRO.it che ho scoperto grazie all’iniziativa Campus Party, un evento giunto alla seconda edizione italiana che riunisce diverse aziende e giovani “nerd” proponendo iniziative come hacketon, talk su diversi palchi tematici e workshop. Ho lavorato per Campus Party come Stage Producer del palco Entertainment che, guardate un po’, parlava perlopiù di videogame e game design.

A Campus Party ho conosciuto Andrea Dresseno, presidente e project manager dell’Italian Videogame Program (da cui l’acronimo IVIPRO). Videogame?! Si, esatto: è un sito pensato per questo tipo di medium, ma è molto di più…

Cos’è IVIPRO.it?

L’Italian Videogame Program è un progetto che vuole agevolare la produzione di titoli videoludici ambientati in Italia, anche mettendo in connessione tra di loro le istituzioni e gli operatori del settore. L’intento è quello di valorizzare il territorio e dimostrare che la ricca storia della nostra penisola può essere un’ottima fonte sia per ambientare interi giochi, sia per parti di esso. IVIPRO si struttura come un’Associazione Culturale che presenta alcune attività e due strumenti per agevolare la sua missione.

Tra le attività si segnala quella di supporto alle amministrazioni per la stesura di bandi o la gestione delle committenze al fine di divulgare e promuovere il proprio patrimonio. IVIPRO organizza anche convegni e corsi di formazione rivolte proprio all’utilizzo di videogiochi e game design per il territorio. Ovviamente di contraltare c’è anche l’attività di contatto e supporto per gli sviluppatori di un videogame e le le istituzioni o le Film Commission regionali – che sembrano essere molto aperte all’idea di supportare anche videogame.

Tra gli strumenti, il primo di cui vi parlo è sicuramente la Mappa dei Giochi, dove è possibile esplorare una panoramica di titoli già in commercio che hanno sfruttato l’Italia come ambientazione o spunto di lore. La sezione è organizzata su base regionale (quindi è possibile venire a sapere che, ad esempio, Dark Soul ha preso ispirazione da alcune architettura italiche!), con una voce dedicata anche all’Italia come “generico” riferimento (laddove non sia specificata una location particolare).

Sicuramente quello che mi ha colpito di più e che mi ha lasciato a bocca aperta è l’altro strumento: il Database Narrativo.

Il Database Narrativo di IVIPRO.it

Quello che sto per mostrarvi è uno strumento che è ancora in fase di aggiornamento e che probabilmente avrà bisogno del nostro aiuto per poter esplorare tutto il suo potenziale.

Quello che avete visto è la mappa del Database Narrativo di IVIPRO, ovvero un calderone narrativo come lo definisce il sito stesso dove potete trovare storie di specifiche Location, Oggetti, Personaggi o Temi legati all’Italia, ma non solo.

Il Database Narrativo fornisce anche per ogni scheda una serie di tag specifici e una serie di focus narrativi, con brevi approfondimenti alle storie locali, in un’ottica di comprensione del potenziale che quel dato elemento potrebbe avere in ambito videoludico – io direi in ambito ludico. Molte delle voci già presenti nel database possiedono anche extra come fotogallery o ricostruzioni 3D di ambienti, così come interviste a anziani del luogo che trasmettono leggende e conoscenze popolari che andrebbero altrimenti perdute.

Chiude il tutto una pagina di fonti e link utile per approfondire l’argomento: IVIPRO, infatti, si configura come un sito per orientare le persone che vogliono sfruttare il territorio, a cui dovranno poi associare una ricerca più approfondita eseguita da soli o magari tramite una consulenza diretta di IVIPRO. Inoltre, ogni pagina può avere link che rimandano ad altre pagine connesse per argomento o tema, creando percorsi intermultimediali: ad esempio, un luogo potrebbe essere connesso ad un oggetto e ad un personaggi che abbiano anch’essi una scheda tutta loro!

Il database ovviamente è lungi dall’essere completo, ma già così fornisce una quantità di elementi molto utili per ispirare storie e giochi presi direttamente dal territorio italico. Potete anche effettuare ricerche per tag, regione o specifiche (Location, Oggetti, Personaggi e Temi) anziché usare la mappa – che è comunque una manna dal cielo per tutti noi, so che ci state già pensando!

IVIPRO Ricerca Storie di Ruolo

Il Database di IVIPRO.it per le vostre Campagne GDR

Quando Andrea Dresseno ha parlato di IVIPRO.it il mio cuore è impazzito di gioia. Questo strumento nelle mani di giocatori di GDR può risolvere moltissimi problemi da “foglio bianco” per le campagne e avventure che creiamo. Ammettiamo di voler creare, ad esempio, una campagna gdr legata alle streghe e di non avere alcuna idea su come renderla originale, perché ne abbiamo già viste tante di streghe…

IVIPRO Streghe Storie di Ruolo

Et voilà! Ecco sei location già pronte per l’utilizzo. Possiamo esplorarle tutte, oppure farci affascinare dalle immagini: io ho deciso di approfondire la voce Craco, perché leggevo alla pagina di Dark Souls che è una delle ispirazioni del gioco. Scopro così dai Focus Narrativi che esisteva una volta una locanda in cui una “Circe rurale” «ammaliava gli avventori per poi ucciderli e metterli sott’aceto per farne una pietanza squisitamente macabra da servire agli altri clienti». Ed è servito lo spunto avventura!

IVIPRO Craco Storie di Ruolo

Per giocatori di Mondo di TenebraCall of Cthulhu, sfruttare questo sito sarà semplice, ma cosa ne penseranno i giocatori di Dungeons & Dragons o altri giochi? Beh, il sito funziona comunque molto bene per ispirare storie e anche donare fonti utili per approfondire tradizioni, leggende e miti: questo potrebbe bastare per creare nuovi mostri o canovacci “italici”, addirittura per costruire una ambientazione fantasy dal sapore mediterraneo. Pensate anche a quale potenziale riserva IVIPRO per chi gioca a Kata Kumbas o a 7th Sea e ha a che vedere con la nazione Vodacce!

Abbiamo bisogno di gente creativa

I focus narrativi di IVIPRO possono essere anche utili per inventare nuovi mondi e giochi. Molte delle idee presentate all’interno del sito mi hanno spinto subito a pensare a che sistema usare, quale gioco proporre per un’avventura di quel tipo, oppure, se c’era spazio per generalizzare e costruire un gioco ex-novo.

Ad esempio, la pagina del Tocco Caudio (solo il nome mi era balzato agli occhi) mi ha fatto pensare ad una hackbird, ovvero una hack su modello di Lady Blackbird, in cui un evento catastrofico ha fatto sì che i popolani di questo villaggio medievale rimanessero intrappolati all’interno della città – solo per poi scoprire di essere fantasmi rinchiusi in un limbo!

IVIPRO Tocco Caudio Storie di Ruolo

Le potenzialità del sito sono enormi, ma c’è ancora molto da fare. Nel prossimo futuro saranno caricate nuove schede per rimpolpare il database, ma io credo che ognuno di noi possa fare molto per IVIPRO: se avete leggende o miti che l’Associazione Culturale può esplorare e aggiungere al suo Database, segnalateli all’indirizzo email info@ivipro.it. Sono sicuro che ogni segnalazione è gradita e potrà aiutare a incrementare il potenziale di questo fantastico sito!

Un ringraziamento e un augurio ad Andrea Dresseno e a tutti i ragazzi di IVIPRO – io intanto vado a scrivere Rintocco Limbico, scusate ma la creatività non aspetta!

Daniele Fusetto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.