Coriolis: Quickstarters

Coriolis Quickstarter Cover

Quickstart, guida rapida o guida introduttiva. In poche pagine hai tutto quello che ti serve per mettere a terra il gioco e gustarti un’emozionante avventura. Questo prodotto editoriale è diventato un must have per tutte quelle pubblicazioni che aspirano a diventare mainstream, come Hope and Glory, oppure lo sono già, come la nuova edizione di Vampiri e la sua quickstarter Mostri. In questo terzo capitolo della rassegna parleremo di Coriolis – Il Terzo Orizzonte e della sua Guida Introduttiva.

Un orizzonte lontano Anni Luce

Coriolis nasce dalla casa editrice Fria Ligan che già conosciamo per prodotti di un certo impatto grafico come Symbaroum Tales from the Loop. Ammiro tantissimo la linea editoriale di Free League (nient’altro che la traduzione inglese di Fria Ligan, nda) perché, anziché provare ad attingere di rimando dal nostro immaginario collettivo rifacendosi alla cultura mainstream del cinema e dei videogiochi, crea prodotti originali con le sue proprie suggestioni: Coriolis non fa eccezione.

Proprio per questo, parlare della sua guida introduttiva è estremamente interessante soprattutto se comparata ai due casi precedenti. Nelle sessantaquatro pagine di guida rapida, Coriolis deve darci tutto e senza poter contare su scorciatoie come un sistema generico o un immaginario alimentato da quattro edizioni precedenti da cui attingere. Sarà all’altezza di questo compito?

Mille e una Notte, Mille e un Soli

Il setting di Coriolis viene presentato nelle sole 8 pagine iniziali, spazio da dividersi con abondanti illustrazioni che spesso occupano almeno metà pagina: eppure questo spazio è completamente sufficiente. Questa prima parte è fenomenale per i miei canoni, perché nasconde dentro di sé un lavoro molto attento di worldbuilding e di comunicazione dell’informazione.

Coriolis dark matter

In queste prime pagine scopriamo innanzitutto che tipo di gioco è Coriolis e che tipi di storie si andranno a giocare. Scopriamo poi l’ambientazione nei suoi quattro pilastri principali: Mille e una notte nello Spazio, Il Vecchio contro il Nuovo, Misticismo e Venerazione delle Icone, la Tenebra tra le Stelle. A chiudere questa sezione c’è un box di ispirazioni a film ed opere celebri che funziona molto bene a rinforzare il concetto di cosa si andrà a giocare.

L’idraulica dietro Coriolis

Le 34 pagine centrali del volume sono dedicati al sistema di gioco, diviso in due sezioni di Abilità e Combattimento. La prima sezione, quella delle Abilità, presenta la parte centrale del gioco spiegando la meccanica del tiro e introducendo i Punti Tenebra, una risorsa che il GM accomula quando i Giocatori decidono di Pregare le Icone per ottenere vantaggi al tiro.
Nella seconda sezione abbiamo regole e tabelle per tutte le varianti di combattimento e pericoli: corpo a corpo, a distanza, ferite critiche, pericoli ambientali e così via.

Questa sezione è un po’ meno densa di immagini a campo lungo prediligendo scene di azione a scopo illustrativo con una certa concordanza tra soggetto e meccanica spiegata nella stessa pagina. La fanno da padrone invece elenchi, tabelle e liste di equipaggiamento: addirittura nella prima sezione c’è una tabella che spiega le varie probabilità di successo in base alla dimensione della pool di d6 che si lanceranno per il tiro. Sia chiaro, nell’avventura del quickstart non serviranno tutte queste meccaniche: ritengo però che la loro presenza sia funzionale a far capire al lettore che tipo di gioco avranno davanti, ma su questo tornerò più avanti.

All’avventura: Fiori Oscuri

L’ultima parte del manuale è riservato ad una breve avventura ed ai personaggi pregenerati. Con mia somma sorpresa, l’avventura della quickstarter è uno scenario sandbox a finale aperto.
Fiori Oscuri è divisa in tre atti di durata molto disomogenea. Il primo è presentato brevemente ed è chiaramente pensato per lasciare spazio al tavolo di capire la meccanica base del tiro in una situazione relativamente semplice: nonostante questo non manca di cominciare a costruire il climax per gli atti successivi.

coriolis guida introduttiva

Il secondo atto è totalmente esplorativo e lasciato in mano alle scelte dei gioctori: è una situazione molto interessante pensata per far emergere il background ed i problemi dei personaggi (in Coriolis il Problema è un elemento della scheda del personaggio, nda) e come si relazionano l’un l’altro. Sono peraltro rimasto piacevolmente sorpreso di vadere come il background di alcuni personaggi si ricollegasse in maniera più o meno forte ad alcune parti dello scenario – e spero di trovare qualcosa in merito nel manuale del gioco, dentro la sezione per il GM.

Il terzo atto infine conclude l’avventura con il classico “scontro finale”. Ho trovato positivo che questo evento sia in mano al GM che potrebbe facilmente trovarsi a dover fare i conti con limiti di tempo e giocatori che menano il can per l’aia nella seconda parte esplorativa. Ultima nota d’onore, i principali PNG hanno espliciitato, oltre che una scheda di statistiche per il combattimento, anche un Obbiettivo personale da raggiungere.

Cosa mi aspetto da Coriolis – il Terzo Orizzonte?

Abbiamo detto parecchio della Guida Introduttiva, ma come se la cava a proiettare le principali caratteristiche del gioco in una frazione delle pagine totali?

Mi aspetto un’ambientazione originale e parecchio dettagliata in eventi storici, location e fazioni – questi ultimi due probabilmente correlati da un’elenco di equipaggiamenti acquistabili, missioni possibili e statistiche dei PG principali. Al contempo mi aspetto un tipo di storie abbastanza libere da permettere al gruppo di attingere dal proprio immaginario mainstream di gritty sci-fi – e nella guida introduttiva ho trovato un accenno ad una fazione che, dite quello che volete, ha tutte le carte in regola per trasformarsi nel Terran Empire di Star Trek.

Mi aspetto un’sistema decisamente crunch ed articolato nelle meccaniche, capace di soddisfare i gusti di chi ama i combattimenti più tattici e la pianificazione degli scontri. Parallelamente spero che la parte dei background e dei Problemi dei personaggi sia approfondita, soprattutto danto degli strumenti al GM per costruirci sopra le sue avventure o innestarli nelle campagne prefatte.

Mi aspetto infine un prodotto editorialmente curato dalle estetiche estremamente sci-fi ed un comparto di artwork ed illustrazioni decisamente preponderante. Su questo fronte il fatto che Wyrd Edizioni, localizzatore del titolo in Italia (e che ringrazio per avermi passato le immagini senza impazzire), abbia optato per un’edizione hardcover formato A4 anziché i suoi classici boxed set mi fa ben sperare sull’impatto grafico.

coriolis gdr scifi

In conclusione, la Guida Introduttiva di Coriolis aveva un arduo compito da portare a termine: presentarmi un gioco di cui non conoscevo nulla. Credo che abbia fatto il meglio che poteva date le circostanze e che sia un prodotto da passare a pieni voti.

Purtroppo la Guida Introduttiva di Coriolis non è disponibile gratuitamente, almeno non italiano. Wyrd Edizioni ha infatti deciso di distriburila in PDF solo all’interno della campagna Kickstarter e sta attualmente vendendo la versione stampata della guida fino ad esaurimento scorte. Immagino che ci siano motivazioni editoriali ragionate di cui non voglio entrare nel merito, ma che, come consumatore, spero cambino al crescere della tendenza di utilizzare le quickstart come strumento di marketing.
Per rendere pienamente giustizia a Wyrd c’è da dire che sul loro sito c’è un’intera sezione di approfondimenti sul gioco che funziona egualmente bene in ottica di presentazione.

 

Alla prossima!
Edoardo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.